Modernariato: Toshiyuki Kita designer, cenni biografici e opere in evidenza

Toshiyuki Kita è uno dei più famosi designer giapponesi che ha totalmente rivoluzionato il mondo del design contemporaneo.

Il suo estro creativo ha lasciato un’impronta indelebile con delle opere definibili iconiche che continuano ad affascinare per la loro estrema bellezza.

Con questo articolo andremo a scoprire la sua vita e la sua carriera esplorando le sue opere più celebri ed esamineremo come la sua arte abbia contribuito ed influenzato il modernariato.

Toshiyuki Kita: biografia

Toshiyuki Kita nasce in Giappone precisamente ad Osaka nel 1942.

La sua carriera da designer prende forma negli anni sessanta dove inizia a lavorare per alcune aziende di arredamento e illuminazione.

La sua forte passione per il design lo spinge poi ad iniziare gli studi in architettura all’Università di Tokyo, dove sviluppa ed amplia la sua visiona unica, personale, e innovativa del design.

Il suo tocco di genio riuscirà infatti a combinare l’eleganza alla praticità dando vita ad oggetti estremamente piacevoli alla vista ma allo stesso tempo estremamente utili.

Grazie alle sue immense capacità Toshiyuki Kita ha guadagnato numerosissimi premi e riconoscimenti nel corso degli anni consolidando sempre di più la sua reputazione di miglior designer del suo tempo.

Le opere iconiche di Toshiyuki Kita

Il nostro caro Kita combinando bellezza, originalità e funzionalità ha dato vita a dei pezzi davvero unici che si distinguono rispetto alle altre creazioni di quei tempi.

Uno dei suoi pezzi maggiormente conosciuti è la sedia Wink, caratterizzata da linee fluide e una forma molto ergonomica per un comfort assicurato.

Un’altra opera famosa è la poltrona Moon la cui forma prende ispirazione proprio dalla Luna, quindi design futuristico combinato sempre al massimo del comfort.

Infine il tavolo Leaf, con le sue gambe sottili, offre equilibrio e leggerezza ma al tempo stesso robustezza nella sua funzione portante.

Le collezioni più famose del designer giapponese

Le collezioni del designer giapponese Toshiyuki Kita sono tra le più acclamate nel mondo del design per la loro innovazione e originalità.

Una delle collezioni di maggior spessore è quella della serie di sedie “Wink” che combina forme organiche ad eleganza. L’elemento principale è la curva dello schienale della sedia che sembra quasi sorridere trasmettendo un aspetto giocoso e leggero.

Anche la collezione “Truffle” fu molto acclamata per il suo design morbido ed avvolgente ispirato alla forma del fungo.

Questi mobili sono dei veri e propri pezzi d’arte in grado di trasformare qualsiasi ambiente in uno spazio accogliente e sofisticato.

L’influenza di Kita nel modernariato

Toshiyuki Kita grazie alla sua creatività ha contribuito a ridefinire i canoni estetici e funzionali nel campo del design introducendo grazie alle sue linee fluide e alle forme organiche un diverso approccio armonico tra l’uomo e gli oggetti che lo circondano.

Inoltre per la prima volta è stata posta un’attenta attenzione sui materiali utilizzati per le creazioni, tutti ecologici e sostenibili, anticipando di gran lunga il concetto dell’eco design nell’epoca contemporanea.

Possiamo infatti definire Toshiyuki Kita come il pioniere nell’utilizzo di materiali non convenzionali in quell’epoca come ad esempio il vetro.

La sua influenza è possibile notarla nei designer successivi che hanno deciso di adottare il suo approccio innovativo e la sua forte sensibilità creatività, quasi come a farne le veci di un vero e proprio maestro.

L’eredità che ci ha lasciato Toshiyuki Kita è quindi indiscutibile e continua ancora ad oggi ad ispirare e influenzare le generazioni che verranno.

Se hai bisogno di valutare i tuoi oggetti di Modernariato, contattaci tramite il modulo a lato.

Torna in alto