Vasi Cinesi - Antiquariato Milano

Vasi Cinesi

Vasi Cinesi: Cenni Storici

I Vasi Cinesi sono gli elementi di maggior pregio quando si parla di pezzi d’arte e arredamento di una collezione di antiquariato cinese in particolare e orientale.

L’arte della ceramica in Cina è molto antica(17000-16000 prima dell’era volgare, appaiono le prime ceramiche)

Attorno al 4500-3000 avanti l’era comune (cultura neolitica di Yangshao) è considerata come la prima che ha fornito elementi in ceramica di qualità.

Durante le dinastie Shang e Zhou la ceramica ebbe un grande sviluppo sul piano tecnico e qualitativo: molti provengono da corredi funebri, rappresentazioni di costruzioni fattorie e umani degli Han, danzatrici, musicisti, umani e animali proposte dai Tang, spesso di grandi dimensioni.

Sotto la dinastia Ming si sviluppò la fabbricazione del classico e noto vaso Blu e Bianco, e poi sotto la dinastia Qing. Nel periodo Qing furono sviluppate le porcellane della famiglia Rosa e della famiglia Verde, molto note in Occidente.

I vasi Ming sono gli elementi più vistosi e particolari, per le delicate decorazioni e raffigurazioni di draghi, animali e fiori, e per lo stacco cromatico tra il blu e il bianco.
La lavorazione della ceramica si diffuse in tutta la Cina dalla provincia del Zhejiang. Nota la policromia della tecnica Duncai, e l’uso dei “CINQUE COLORI” della tecnica Wucai.

Nel periodo dinastia Qing(1664-1912) apparvero le prime porcellane per gli imperatori o proposte per le esportazioni. L’uso del blu veniva in questo caso lavorato sopra la vetratura, e non più sotto come le precedenti.

Nei periodi delle dinastine Yung Cheng e Chien Lung la qualità ebbe un netto miglioramento e aumentò l’espansione sul mercato. In particolare lo smalto, decisamente più brillante. L’uso di smalto Fencai fu introdotto durante il periodo di Kang Hsi, e questo permise l’uso di una gamma di colori più ampia.

 

Vasi Cinesi - Antiquariato Milano

 

Vasi Cinesi: Come riconoscere un Vaso Cinese Originale?

Quando ci si appassiona ai Vasi Cinesi e si vuole investire nell’antiquariato, è bene sapere come riconoscere un vaso cinese originale per non sbagliare e acquistare una riproduzione in luogo di un oggetto autentico. I vasi cinesi sono uno degli oggetti più commerciati in virtù di un successo che non è mai diminuito. Per riconoscere un vaso cinese originale ci voglio prima di tutto capacità di osservazione, esperienza e conoscenza.

Per riconoscere un vaso cinese originale ci voglio prima di tutto capacità di osservazione, esperienza e conoscenza. Qualche piccola informazione utile per sapere come riconoscere un vaso cinese originale, cosa dobbiamo osservare esattamente? Quali sono le principali tecniche decorative?

E’ importante rivolgersi ad esperti per Valutare un Vaso Cinese. Gli elementi da considerare sono molti e non affatto banali. L’esperienza e la capacità di osservazione è fondamentale.

Inviaci le fotografie degli oggetti antichi che desideri vendere all’indirizzo e-mail cina@barbieriantiquariato.it

 

Stima gratuita e pagamento immediato

I FRATELLI BARBIERI

… esperti commercianti d’arte provenienti da due generazioni di antiquari e presenti nelle più importanti manifestazioni, si avvalgono della loro esperienza e dell’aiuto di professori ed esperti per eseguire stime e perizie accurate ed imparziali del valore di ogni tipo di oggetto antico.

Valutazione dell’oggetto a prezzi di mercato senza alcun 
vincolo per la proprietà.
Prima stima su fotografia gratuita e senza impegno.

 

Vasi Cinesi: Antico autentico o Falso

La superficie di un vaso cinese dice molto di un pezzo. Potrebbero essere affiorate delle macchie di ruggine: questo accade quando il ferro presente nella creta sulla superficie si ossida. Generalmente è indice di autenticità, perché prima che si verifichi il processo ci vogliono molti anni, o meglio secoli.

Se un vaso cinese è molto antico lo smalto sarà opaco e consumato. La maggior parte dei vasi cotti nell’antica Cina presenterà imperfezioni o piccole incrinature dovute al raffreddamento troppo rapido della ceramica. Le ceramiche fatte a mano potrebbero presentare asimmetrie, anche se sono più rare in quelle di pregevole fattura.

Chi falsifica i vasi spesso lo fa tramite delle fotografie ma solitamente non ha a disposizione anche un’immagine del fondo. Sapere quale sia la finitura tipica di una determinata dinastia aiuta enormemente datazione e autenticazione. Ogni epoca ha una palette di colore e una serie di stili da cui difficilmente i vasi cinesi del tempo si discosteranno. E’ importante sapere che sotto ogni dinastia ha operato una serie di forni, dal nord al sud della Cina, e che ogni forno si è specializzato per stili, forme e colori.

I vasi bianchi con decorazioni blu sono i più amati e celebri. Nel periodo Jiajing il colore era vibrante, quasi violaceo, mentre in quello Wanli tende spesso ai toni del grigio. Non c’è maniera migliore per imparare a riconoscere un vaso originale che averne maneggiati, osservati, studiati diversi. Studiandoli, ci si potrà fare un’idea di come una ceramica si senta tra le mani, del peso e della qualità della pittura.

Costruirsi una conoscenza necessaria per riconoscere un vaso cinese originale può richiedere molti anni: Da Barbieri Antiquariato troverete un team di veri esperti sempre a vostra disposizione!