Mobili antichi Prezzi

Mobili d’antiquariato: qual è il valore dei mobili antichi?

Mobili antichi Prezzi

Arredare utilizzando mobili d’antiquariato è una scelta ben precisa quanto intramontabile se si vuole conferire alla propria casa un aspetto retrò e soprattutto elegante.

Che tu voglia impreziosire una stanza con un solo pezzo di antiquariato, come una consolle, una sedia o una credenza o che tu sia un appassionato del genere, e quindi hai intenzione di riprodurre in toto una casa d’altri tempi, è bene informarsi preventivamente sulle caratteristiche di questi complementi d’arredo così particolari.

Quali sono i costi dei mobili d’antiquariato?

È semplice, infatti, per i non conoscitori ma anche per chi prova a farsi una cultura sul genere, cadere in tranelli ed acquistare mobili che vengono spacciati come autentici ma in realtà sono solo copie o semplici riproduzioni.

Bisogna stare attenti soprattutto quando vengono venduti ad un prezzo eccessivamente basso da poter credere che siano dei pezzi originali, costruiti con i materiali e con le rifiniture degli artigiani del tempo.

In generale i prezzi possono essere molto variabili e dipendono dal luogo ove ci si appresta a completare l’affare (talvolta è possibile compiere ottimi acquisti anche ai mercatini delle pulci, ma se non sei esperto, te lo sconsigliamo) e dallo stato “di salute” del mobile, bisogna ad esempio, fare attenzione che il mobile non sia stato irreparabilmente intaccato dalle cimici.

Ecco i principali stili di mobili antichi

La maggior parte dei mobili e dei mobiletti che possiamo trovare in negozi e fiere d’antiquariato sono “in stile” ovvero riproduzioni di mobili di epoche passate e ne vanno ad imitare le forme e lo stile utilizzato nel periodo storico di riferimenti. Non per questo non hanno un valore apprezzabile soprattutto se tenuti in buono stato.

Possiamo trovare in circolazione diversi complementi in:

  • Stile Barocco: si rifanno ad uno stile settecentesco con l’utilizzo di materiali quale il legno impreziosito da diversi intagli o decorazioni dorate;
  • Stile Impero: in questo caso le decorazioni sono in bronzo e riportano raffigurazioni di sfingi e scarabei egiziani. Le forme sono molto particolari, imponenti e “lussuose”;
  • Stile Rococò: a differenza dello stile Impero, quello Rococò vanta modelli più piccoli e raffinati. I materiali sono sempre pregiati come il mogano ed il palissandro. Le decorazioni sono molto leggere riproducendo figure floreali, a ghirlanda o motivi a forma di conchiglia;
  • Stile Neoclassico: hanno linee geometriche e perfette e si rifanno all’arte greca con colonnine e figure mitologiche;
  • Stile Luigi Filippo: i materiali ed in particolare il legno sono più leggeri come acero e noce. I complementi d’arredo in questo stile sono piccoli, comodi nel caso di poltrone e sedie, nonché molto più funzionali;
  • Stile Art decò: in questo caso entriamo più nella modernità delle linee pulite su contrasti di colore che impreziosiscono questi mobiletti differenziandoli e caratterizzandoli nella loro unicità;
  • Stile Art nouveau: sono mobili decorati con linee curve e sinuose definite “colpi di frusta” che riproducono fiori e piante nell’armonia del legno che si plasma sotto le sue forme.

E quali sono gli stili dei mobili antichi italiani

Tutti gli stili appena citati hanno trovato il loro massimo sviluppo nelle mani dell’artigianato italiano grazie al gusto e l’eleganza che da sempre contraddistingue la nostra nazione, unitamente alle eccellenze d’arte francese.

Soprattutto gli artigiani di mobili in stile rinascimentale trovano in Italia una terra fertile per complementi d’arredo impreziositi da foglie d’acanto, rosoni, torniture a balaustrino ed ideati con materiali quali noce, bronzo e splendidi velluti.

Ed infine, i mobili cinesi

Anche i mobili cinesi vantano una posizione di favore tra gli appassionati di antiquariato.

Con le loro forme geometriche ed il tipico colore rosso dei rivestimenti, accompagnano le decorazioni floreali onnipresenti in questo tipo di stile.

I mobili cinesi antichi non vanno confusi con l’idea del Made in China odierno, molto spesso accostato a scarsa qualità e poco pregio. Al contrario, chi ama l’antico e al tempo stesso desidera ispirarsi allo stile di una cultura lontana e millenaria adorerà i mobili cinesi antichi.